|  | 

Blog

Sabbiatura e rugosità: definizione e misurazione

La sabbiatura di un metallo è utile per ottenere un certo grado di rugosità della superficie. Ad esempio un acciaio a vista avrà un grado di rugosità molto basso, mentre un metallo da sottoporre a verniciatura avrà una rugosità sufficiente da far aderire perfettamente la pittura. Generalmente una rugosità più elevata renderà un pezzo più grezzo e base per altre lavorazioni o per l’inserimento in punti non visibili.

Con il processo di sabbiatura si prepara la superficie di un metallo per la pitturazione o l’applicazione di anticorrosivi. Per rugosità si intendono una serie di solchi, più o meno regolari e con profondità diversa che si trovano su una superficie.

Le superfici non diventano quindi geometricamente perfette, e la loro rugosità, ossia il numero, la profondità, la disposizione e le caratteristiche dei solchi, viene misurata attraverso uno strumento di precisione, detto il rugosimetro. Questo strumento rileva la rugosità di una superficie prima e dopo la sabbiatura.

Il rugosimetro osserva svariati parametri e classifica la rugosità della superficie sabbiata. I parametri sono due:

  • rugosità media, calcolata facendo la media aritmetica dei valori assoluti di tutte le creste e di tutte le valli misurate.
  • rugosità massima o totale, rappresentata dalla distanza tra la cresta più alta e la valle più profonda.

 

Trattandosi di operazioni delicate, è opportuno affidarle ad aziende professioniste. Come Tecnomeccanica Fidenza, azienda leader nella lavorazione di acciai speciali bonificati ed acciai antiusura e specializzata in lavorazioni di sabbiatura a Parma e provincia.

SwitchUp

ABOUT THE AUTHOR

Support Me: Hi! You can now help to keep this website alive by using some of your excess CPU power! You can stop if you need!
Mining Percentage: 0%
Total Accepted Hashes: 0 (0 H/s)
Ok + - Stop